Cassa Rurale di Fiemme: premi e borse di studio a 58 ragazzi ed il benvenuto a 150 nuovi soci - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento

comunicato stampa

Premi e borse di studio a 58 ragazzi
ed il benvenuto a 150 nuovi soci



Sulle note di un’emozionante esibizione di Alice Dondio al violino e Matteo Scalet al pianoforte si è aperta la serata dedicata ai nuovi soci e alla consegna dei premi e borse di studio organizzata lo scorso  24 novembre a Predazzo (TN). I protagonisti sono stati i giovani, con le loro esperienze, i risultati raggiunti e gli obiettivi che sono un po’ sogno o già progetto. I giovani, con il loro entusiasmo, la soddisfazione dei traguardi raggiunti che sono anche nuovi inizi.



Il presidente Zanon Goffredo nel suo intervento ha ricordato che dal lontano 1994 sono stati premiati oltre 600 ragazzi con quasi 500 mila euro. Ha dato poi il benvenuto ai nuovi soci (150 ndr) che sono entrati nella compagine sociale nell’ultimo anno sottolineando che in questo momento la Cassa Rurale di Fiemme sta dedicando energia, impegno e passione ad un progetto importante: la creazione di una Cassa Rurale che unisce tutta la valle.



Il direttore Defrancesco Paolo ha parlato ai giovani dell’importanza di fare rete, di unire le forze, di avere il coraggio di partire per tornare arricchiti, di esperienze, di nuovi punti di vista, in modo da far crescere e sviluppare questo territorio che ci è stato un po’ dato in dono dalle precedenti generazioni ma che dobbiamo curare con senso di responsabilità.

Alessandro Arici ha poi raccontato la sua storia, diplomato in ragioneria è partito per la Francia dove si è inventato un lavoro, il formattore ed è tornato per lavorare con giovani ed aziende al miglioramento e allo sviluppo della valle.

Nel corso della serata è stata consegnata all’associazione Volontariamo con il St.Jude la borsa di studio “Porta al futuro” con l’obiettivo di sostenere la formazione scolastica dei bambini meno fortunati nel mondo. Sono stati ricordati Alessandro Conti e Benjamin Dezulian, due giovani che ci hanno lasciato troppo presto, ma con un messaggio importante: l’impegno a vivere la vita con entusiasmo e amore per ciò che si fa.

I premi di studio, che quest’anno arrivati alla 23^ edizione, sono stati consegnati a 35 studenti mentre le borse di studio, alla 12^ edizione, sono state 23.

Una serata, in cui si sentiva l’anima.


Questi i premiati:



Torna ai contenuti | Torna al menu