Piano Giovani di zona Val di Fassa - La Risola, bando 2019 - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento


Nell’ambito del Piano Giovani di Zona della Val di Fassa LA RISOLA
BANDO 2019

Termini e modalità di presentazione delle schede progettuali:
PREMESSA:
COS’E’ UN PIANO GIOVANI DI ZONA:
Un piano giovani di zona (PGZ) è uno strumento di cui un territorio si avvale ai fini di creare una cultura delle politiche giovanili incentivando e sostenendo progettualità innovative ideate e organizzate dai giovani stessi o a favore di essi.
I progetti presentati tramite i piano giovani devono avere come obiettivo generale quello di aiutare i giovani nello sviluppo del proprio progetto di vita, permetterne la valorizzazione e crescita di competenze attraverso esperienze significative, farsi interpreti di istanze e bisogni espressi dalla componente giovanile del territorio diventando stimolo per le istituzioni e per la crescita della comunità aprendo alla dimensione globale senza dimenticare il locale e le proprie radici.
I progetti presentati al Pgz devono inoltre essere coerenti con i requisiti e linee guida fissati dal bando/i pubblicati nel corso dell’anno, essere innovativi e interessare uno o più dei seguenti ambiti:
  • la formazione e la sensibilizzazione verso amministratori, genitori, animatori di realtà che interessano il mondo giovanile, operatori economici ed altri, al fine di accrescere il loro livello di responsabilizzazione verso i giovani cittadini, intesi come: figli; fruitori di servizi (culturali, ricreativi o di altro tipo); portatori di uno sguardo peculiare sui giovani e il loro rapporto con il mondo adulto e il proprio territorio di riferimento; ideatori/promotori di iniziative;
  • la sensibilizzazione alla partecipazione e appartenenza al proprio territorio ed all’assunzione di responsabilità sociale da parte dei giovani, anche prevedendo momenti formativi residenziali;
  • attività di informazione, di indirizzo e di orientamento finalizzata a facilitare l’accesso alle opportunità offerte ai giovani ed a fornire prime risposte a richieste che i giovani o le loro famiglie manifestano anche in maniera individuale nei vari ambiti esistenziali: scuola, lavoro, abitazione, socialità;
  • l’apertura ed il confronto con realtà giovanili nazionali ed europee anche attraverso lo scambio e iniziative basate su progettualità reciproche;
  • laboratori che vedano protagonisti i giovani nel campo dell’arte, della creatività, della manualità e della riflessione sulle grandi questioni del nostro tempo;
  • progetti che vedano il mondo giovanile protagonista nelle fasi di ideazione, gestione e realizzazione;
  • percorsi formativi finalizzati all’apprendimento di competenze di cittadinanza attiva, con particolare attenzione all’ambito delle tecnologie digitali;
  • dispositivi e interventi atti a promuovere il processo di transizione all’età adulta e l’autonomia dei giovani dal lavoro alla casa, dall’affettività alla consapevolezza della propria identità sociale.

IL PGZ VAL di FASSA – La Risola
Il Piano Giovani di Zona della val di Fassa, denominato La Risola, è nato nel 2008. Esso è inserito in un contesto territoriale di 6 comuni: Moena, Soraga, Sen Jan di Fassa, Mazzin, Campitello di Fassa, Canazei, l’Ente capofila è il Comun General de Fascia.

Il Pgz La Risola si rivolge a giovani dagli 11 ai 29 anni e a tutti coloro che intendono sviluppare progettualità di politiche giovanili sul territorio della Val di Fassa mettendo a disposizione parte delle proprie energie e tempo al servizio della collettività (i progetti possono essere anche destinati a genitori e/o ad altri adulti “significativi” e, in generale, devono avere ricadute in termini di crescita su tutta la comunità).

Incaricato di gestire e coordinare le attività del Pgz La Risola è il “Tavolo del confronto e della proposta” che raccoglie rappresentanti delle istituzioni e del mondo giovanile della Valle. Esso si presenta composto da una decina di persone, tra cui il RI (referente istituzionale), il RTO (referente tecnico organizzativo) e altri membri, che sono o sono stati attivi nell'ambito giovanile e conoscono di conseguenza la realtà giovanile del territorio. Con il 2019 l’intenzione è di ampliare il Tavolo alle figure istituzionali di rappresentanza del territorio, assessori dei Comuni e rappresentanti della Scuola Ladina de Fascia, con l’obiettivo di riposizionare il Tavolo a livello di autorevolezza e rappresentatività.

Ogni anno il Tavolo promuove uno o più bandi per raccogliere progetti di politiche giovanili che siano in linea con il “piano strategico”, un documento elaborato dal Tavolo (a seguito di un costante lavoro di confronto e incontro con le diverse associazioni e realtà attive sul territorio) che individua priorità, bisogni e temi rilevanti per la crescita della comunità di Fassa.

MANIFESTO 2019:
obiettivi e caratteristiche delle azioni progettuali 2019
I giovani rappresentano una risorsa fondamentale per il presente e il futuro di una comunità, sono una componente essenziale di quest’ultima in quanto portatrice di “nuovi punti di vista”, di risorse, aspirazioni e competenze senza le quali l’innovazione sociale non può accadere.

A partire da questo presupposto, il proposito del Piano giovani La Risola per l’anno 2019 è quello di promuovere e sostenere iniziative progettuali in cui adolescenti e giovani si attivano per proporre azioni di miglioramento in riferimento al contesto territoriale e alle persone che in questo ci vivono.

Per l’anno 2019 il Tavolo del confronto e della proposta del Pgz vuole appoggiare in particolare quelle progettualità che, come specificato all’interno del Piano Strategico Giovani, abbiano come intento quello di:
  • attivazione di reti sul territorio tra diverse realtà e comunicazione tra associazioni e giovani del territorio, ossia favorire e incentivare occasioni di scambio tra i diversi paesi e
  • associazioni/cittadini attivi sul territorio attraverso proposte che si pongano nell’ottica di promuovere una modalità di lavoro in rete e in sinergia con una pluralità di soggetti.
  • protagonismo e partecipazione attiva dei giovani, supportare e sostenere in un percorso di crescita e autonomia realtà nuove o già attive sul territorio che portino avanti progettualità di politiche giovanili virtuose ed efficaci (associazioni e gruppi giovanili in particolare).
  • crescita in ambito formativo, culturale e lavorativo, promuovendo il dialogo intergenerazionale e tra pari, favorendo la trasmissione di conoscenze e competenze in una prospettiva di accompagnamento del giovane nella crescita personale, nella ricerca/realizzazione del proprio “progetto di vita” e collocazione all’interno della comunità, sensibilizzando i giovani all’ambito.
  • riconoscimento e sostegno dell’espressione del pensiero giovanile e della creatività dei giovani. Affrontare temi ritenuti essere di forte attualità e interesse per il mondo giovanile; Saranno in particolare valorizzati progetti che permettano a un giovane di avvicinarsi al mondo del lavoro o che ne permettano una crescita in termini socio-culturali (anche attraverso forme d’espressione artistico-creative come ad esempio: musica, teatro, linguaggi multimediali...).

Il Tavolo accoglierà quindi con particolare interesse tutti quei progetti che avranno fra i loro obiettivi alcuni degli aspetti qui sopra elencati. Il Tavolo valorizzerà inoltre quelle iniziative che vedono il mondo giovanile protagonista nelle fasi di ideazione, gestione e realizzazione, ossia progetti in cui i ragazzi/giovani si assumono la responsabilità progettuale e organizzativa.

REQUISITI E BUDGET:
Chi può partecipare al bando?
Possono presentare “idee-progetto” soggetti attivi o che hanno interesse ad operare sul territorio del Pgz Val di Fassa quali:
  • Associazioni, cooperative sociali, istituti comprensivi, organizzazioni non lucrative di utilità sociale, parrocchie, fondazioni ed enti senza fini di lucro;
  • gruppi informali di giovani e/o adulti costituitisi allo scopo (che dovranno tuttavia far riferimento ad un’associazione o ad altro soggetto con personalità giuridica)

Nel caso in cui due o più soggetti intendano presentare un progetto congiuntamente, uno di essi dovrà porsi quale soggetto capofila ed ogni rapporto organizzativo, amministrativo e finanziario verrà intrattenuto solamente con esso.

Budget complessivo per progetti da realizzare nell’anno 2019:
L’investimento complessivo del Piano giovani La Risola per progetti da realizzarsi nel corso dell’anno 2019 ammonta a: 14.000 euro.

Il budget previsto da ciascun progetto presentato deve essere coerente e commisurato alle attività proposte.

Spese:
  • Non sono ammissibili spese: - non strettamente correlate alla realizzazione del progetto - per l’acquisto di materiali non usurabili/beni durevoli (es. pc, telecamere, macchine fotografiche, arredi, strumenti musicali...) - spese non chiaramente identificate (es. varie o imprevisti); - interessi passivi; - spese amministrative e fiscali.
  • Spese ammissibili: Sono ammissibili solo le spese dirette necessarie alla realizzazione delle attività delle azioni progettuali, documentabili con giustificativi di spesa e di pagamento, quali ad esempio: spese per affitto spazi, noleggio beni, acquisto materiali usurabili, compensi e rimborsi spese, pubblicità e promozione, viaggi e spostamenti, vitto e alloggio dei partecipanti attivi, tasse, SIAE, IVA (qualora sia un costo per il soggetto responsabile del progetto);

  • * I progetti dei Piani giovani di zona possono prevedere viaggi e visite - e relative spese - soltanto come attività parte di percorsi più ampi ed integrati. Le spese per eventuale viaggio, vitto e alloggio dei partecipanti dovranno essere coperte per almeno il 30% dalle quote di iscrizione dei partecipanti stessi.

Criteri di valutazione dei progetti:
I progetti ammissibili saranno quelli ritenuti dal tavolo come rispondenti alle priorità e agli obiettivi individuati dal “Piano strategico 2019”. Tutte le progettualità saranno vagliate dai membri del tavolo e valutate seguendo la griglia di valutazione appositamente definita dal tavolo stesso e che prevede i seguenti criteri:
  1. attivazione di reti sul territorio tra diverse realtà e comunicazione tra associazioni della Valle e giovani del territorio,
  2. protagonismo e partecipazione attiva dei giovani,
  3. crescita in ambito formativo, culturale e lavorativo,
  4. riconoscimento e sostegno dell’espressione del pensiero giovanile e della creatività dei giovani,
  5. sensibilizzazione giovanile,
  6. costo-efficacia.

La valutazione effettuata attribuirà un punteggio a ciascun progetto; i progetti che otterranno la sufficienza saranno ritenuti come ammissibili. Sarà in seguito stilata una graduatoria tenendo conto dei punteggi ottenuti dai singoli progetti. Saranno quindi sostenuti economicamente e inseriti all’interno del Psg tutte le progettualità che sarà possibile sostenere in relazione al budget complessivo reso disponibile dal piano giovani.

ITER DI PRESENTAZIONE DELLE SCHEDE PROGETTUALI:
FASI:
  1. > Proporre la tua idea-progetto! Per fare una proposta è sufficiente, in un primo momento, compilare la “scheda idea 2019” (che si può richiedere via mail al PGZ La Risola o via messaggio al RTO-referente tecnico organizzativo), per qualsiasi chiarimento rispetto la compilazione è possibile richiedere il supporto del Tavolo contattando il referente tecnico organizzativo del PGZ. La scheda di presentazione delle idee progettuali devono essere inviate direttamente all’indirizzo mail pianogiovani.larisola.fassa@gmail.com ENTRO venerdì 15 febbraio 2019 (entro le ore 24.00).
  2. > Le persone/realtà che presenteranno un’idea progettuale saranno invitate a incontrare i componenti del Tavolo per una conoscenza reciproca e un confronto diretto sull’idea proposta. L’incontro avverrà presso il CGF il giorno giovedì 21 febbraio ore 18.30. Il referente tecnico organizzativo si prende il compito di contattare con qualche giorno di anticipo i singoli responsabili progetto. A questo incontro seguirà la fase di valutazione delle proposte progettuali da parte del Tavolo del confronto e della proposta secondo una griglia di valutazione e determinati criteri.
  3. > il tuo progetto è ok!! il Tavolo comunicherà a tutti i soggetti-progettisti l’esito della valutazione, rispetto al progetto presentato, e le modalità di attivazione dello stesso.
  4. > durante tutto l’anno, nel corso dell’iter di progetto, viene richiesto di tenere costanti rapporti con il RTO sull’andamento del progetto e comunicare anche eventuali dubbi o cambiamenti in itinere; comunicare con largo anticipo le date previste per: serate informative, apertura iscrizioni, momenti aperti alla comunità, in modo da poter aiutare nel promuovere al meglio tali iniziative (attraverso pubblicazione sul sito web de La Risola, pubblicità sulla pag FB e comunicati stampa su radio, giornali e mezzi di informazione locali).
  5. > Al termine della realizzazione delle attività previste dal progetto, seguirà una fase di rendicontazione e valutazione. E’ previsto un momento di confronto sugli esiti del progetto e risultati raggiunti (fine 2019) tra i soggetti attuatori e i componenti del Tavolo.

*Durante le fasi 2 e 4, i soggetti attuatori saranno invitati a partecipare a momenti formativi legati in particolare alla condivisione degli obiettivi del Piano Giovani La Risola e alle modalità di comunicazione delle azioni per promuovere/comunicare le attività previste.

INFORMAZIONI:
Per richiedere un appuntamento o per un qualsiasi chiarimento è possibile contattare il Referente tecnico-organizzativo o il Referente Istituzionale:
Susanna Gandini – 347 6668006 (anche WhatsApp)   -    Ilaria Petrone – 349 3782832

Torna ai contenuti | Torna al menu