Olimpiadi invernali 2026, convegno il 26 febbraio al Muse di Trento - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento

e nuove infrastrutture ferroviarie per le Alpi Centrali e le Dolomiti.
Opportunità per promuovere innovazione sul territorio?

Sala Conferenze del MUSE
Trento - Corso dei Lavoro e della Scienza, 3
26 febbraio 2019 - ore 14.30 - 18.30

L'approssimarsi della prospettiva olimpica in Lombardia, Alto Adige, Trentino e Veneto pone sul tappeto la necessità di affrontare l'ormai cronico problema della mobilità. Il tema dei collegamenti ferroviari si dimostra quanto mai di attualità.

Nella memoria storica del Trentino, così come in quella di altre realtà dolomitiche e alpine, il ricordo della realizzazione di queste storiche infrastrutture si sposa al ricordo del dramma della guerra ed al fatto che la loro realizzazione era finalizzata all'utilizzo bellico.

Il contesto storico nel quale queste proposte tornano ad emergere è fortunatamente diverso e le motivazioni che spingono a riflettere sul ritorno del treno in differenti realtà dolomitiche ed alpine trovano fondamento nella necessità di dare risposte concrete al bisogno ridurre il traffico che sta soffocando parti pregiate di territorio al fine di favorire un maggior benessere diffuso basato su una migliore qualità della vita sotto il profilo socio-economico e ambientale.

L'obiettivo olimpiadi invernali 2026 rappresenta un'occasione imperdibile nella quale sposare l'evento sportivo con la visione che preveda la progressiva realizzazione di una serie di collegamenti ferroviari locali che permettano ai territori di montagna di essere connessi e raggiungibili attraverso le reti ferroviarie nazionali ed europee.

Il criterio della sostenibilità deve essere alla base della candidatura per l'evento 2026. Il convegno promosso da Transdolomites intende fare proprio questo principio e va condiviso coinvolgere il mondo dello sport, delle Istituzioni provinciali, regionali e nazionali, i tecnici e pubblica opinione.

Programma
  • 14.30 Massimo Girardi, Presidente Associazione Transdolomites: saluti ed introduzione ai lavori.
  • 14.45 Bruno Felicetti, Presidente di Nordic Ski.
  • 15.00 Annibale Salsa, Membro Comitato Scientifico e docente presso Step/Tsm: Olimpiadi invernali 2026: un'occasione per ripensare il ruolo delle ferrovie di montagna in chiave ambientale e paesaggistica.
  • 15.20 Helmuth Moroder: In treno nelle Dolomiti per proteggere il clima e la montagna.
  • 15.35 Alessandro Franceschini, coordinatore scientifico della Borsa Internazionale del Turismo Montano: "Nuovi territori per nuovi turismi".
  • 15.50 Marcello Serra, Vice Presidente CIFI Area Centro, Ingegneria Civile, dei Trasporti e di Sistema: "Il potenziamento del sistema di trasporto ferroviario nei territori alpini, fondamentale strumento di rilancio di mobilità e sviluppo economico".
  • 16.15 Giovanni Sacca, Preside Sezione CIFI di Verona: "Ferrovia delle Valli dell'Avìsio. Le ipotesi di percorso per il Lotto N. 1 Cavalese - Moena".

  • 16.45 Interventi istituzionali:
  1. Walter Kaswalder, Presidente del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento
  2. Daniel Alfreider, Terzo Vicepresidente della Provincia Autonoma di Bolzano, Istruzione e formazione ladina, Cultura ladina, Mobilità, Viabilità
  3. Elisa De Berti, Assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti della Regione Veneto
  4. Roberto Failoni, Assessore all'Artigianato, Commercio, Promozione, Sport e Turismo della Provincia Autonoma di Trento
  5. Assessorato alla Montagna della Regione Lombardia

  • 18.30 Chiusura dei lavori

Moderatore: Enrico Franco, Direttore Corriere del Trentino e dell'Alto Adige

Parcheggi: il parcheggio sotterraneo del muse, il GIORNO 26 FEBBRAIO NON SARÀ AGIBILE. In alternativa si potrà accedere al parcheggio K3, gratuito e senza limiti di orario, negli spazi riservati alle "attività commerciali" che si trova a circa 50 metri proseguendo sul Corso del Lavoro e della Scienza, lato destro, fiancheggiando la ferrovia.

Segreteria organizzativa e informazioni:
Massimo Girardi - Associazione Transdolomites - cell 320.4039769

Torna ai contenuti | Torna al menu