Un mondo senza armi per un mondo di pace, anche a Cavalese il percorso di pace - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento

Un mondo senza armi per un mondo di pace
E' arrivata anche a Trento una delle piante figlie del caco sopravvissuto al bombardamento atomico di Nagasaki, grazie all'impegno di Finisterrae Teatri. E' stata piantata nel giardino Alexander Langer venerdì 24 marzo alle ore 10.00, con una cerimonia alla presenza del botanico giapponese Ebinuma, ideatore del progetto Kaki Tree Project.

Giovedì 23 marzo presso la sala Falconetto di palazzo Geremia, si è tenuta, invece, una tavola rotonda su “Coltivare un tempo di pace” in collaborazione con il Forum Trentino per la pace e i diritti umani, l’associazione Pro.di.Gio e l’associazione italo-giapponese Yomoyamabanashi. Tra gli ospiti il dottor Ebinuma, il fisico Mirco Elena e Lisa Clark dei Beati Costruttori di Pace.

Per l'occasione in Biblioteca a Cavalese è stata allestita una piccola mostra contro le armi atomiche dal titolo "UN MONDO SENZA ARMI PER UN MONDO DI PACE". L'iniziativa è stata coordinata dall'Assessore alla Cultura del Comune di Cavalese, Ornella Vanzo e dal Vice Presidente della Comunità Territoriale della Val di Fiemme, Michele Malfer, in collaborazione con la Biblioteca stessa e la Scuola Superiore "La Rosa Bianca", quest'ultima coinvolta perché nell'ambito dei progetti di gemellaggio extra europei, già nell'anno scolastico 2006/2007 ha sviluppato i legami con la Meijigakuin High School di Tokyo e la Hiroshima Jyogakuin Junior and High School di Hiroshima city recandosi in Giappone per il progetto " L’Era nucleare".

Un modo per continuare qui a Cavalese il percorso di PACE che ha bisogno anche di piccoli gesti, continui e duraturi.

Torna ai contenuti | Torna al menu