Presentata sabato la Rassegna Teatrale 2017/2018 di Cavalese e Tesero - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento

Presentata la Rassegna Teatrale 2017/2018
di Tesero e Cavalese



Sabato 28 ottobre presso il Palafiemme di Cavalese le amministrazioni  comunali di Cavalese, a voce dell'assessore Ornella Vanzo, e di Tesero, rappresentata dalla assessore Silvia Vaia, hanno presentato la rassegna teatrale 2017/2018. Con entusiasmo, ribadendo l'unione che contraddistingue le due attuali portavoce della cultura locale, hanno sottolineato che il teatro che interessa e che amano è quello individuato negli spettacoli in cartellone, che assecondando esigenze e gusti diversi, canalizza argomenti nuovi o attuali e proporne il classico.

Il sipario della nuova stagione si aprirà mercoledì 15 novembre 2017 con "Sinceramente Bugiardi". La brava Debora Caprioglio, già musa preferita di Tinto Brass, Lorenzo Costa con Fabio Fiori e Federica Ruggero sono gli attori che ci propongono questa commedia degli equivoci che in un susseguirsi di esilaranti situazioni ci porteranno al gran finale col botto.

Secondo appuntamento mercoledì 13 dicembre 2017 con l'atteso "Othello la h è muta". Tornano a farci visita gli Oblivion: fantastico. Hanno creato un nuovo modo ed originalissimo di proporre musica. Nel garbo,nel sorriso e nelle bravura canora detengono  il loro straordinario taglio artistico. Si può sicuramente asserire che sono dei geniali affabulatori musicali e hanno imposto uno stile: cantare alla Oblivion.

Si prosegue martedì 21 dicembre 2017 con "Sorry boys". Lo spettacolo Sorry Boys di Marta Cuscunà racconta di alcune ragazze che avrebbero pianificato insieme la loro gravidanza, come parte di un patto segreto, per allevare i bambini in una specie di comune femminile. Giornalisti da ogni dove, dall'Australia alla Gran Bretagna, dal Brasile al Giappone, invadono la cittadina di Gloucester nel tentativo di trovare una spiegazione per un patto così sconvolgente.

Durante il periodo natalizio non poteva mancare la parentesi teatrale dedicata ai bambini con "Pinocchio" in programmazione giovedì 28 dicembre 2017. Storia che non necessita di presentazioni, forse una delle fiabe più amate e conosciute. Fra burattini di legno, fate, falegnami e grilli parlanti questo è uno spettacolo che appassiona tutti, grandi e piccoli.

La rassegna inaugura il nuovo anno mercoledì 10 gennaio 2018 con "Gente di facili costumi". Anna, nome d’arte sul lavoro “Principessa” è una prostituta che rincasa tardi la notte, disordinata rumorosa che disturba Ugo, l’inquilino del piano di sotto. L’uomo È un intellettuale che vivacchia scrivendo per la tv e per il cinema, che sogna di fare un film d’arte e avrebbe bisogno di un po’ di tranquillità per concentrarsi. Per una serie di vicissitudini i due saranno costretti a convivere, dando il via ad una serie di esilaranti gag, fino al sospirato happy end.

Giovedì 25 gennaio 2018 ci attende "MIstero Buffo". Il palco, il nero del fondale e delle quinte e una luce dedicata -la magia del teatro cioè la scatola nera- a contenere la grandissima arte del narratore Dario Fo. La voce di Fo è del bravissimo attore Ugo Dighero  (scuola Genovese) che ci racconta il  Miracolo di Gesù  tratto dal capolavoro assoluto di Dario Fo "MIstero Buffo". Non vi è bisogno di presentare "MIstero Buffo", lo spettacolo che ha contribuito maggiormente al riconoscimento a Dario Fo del premio Nobel per la letteratura. Dario Fo che ci ha lasciato poco tempo fa.

Grande novità in programma venerdì 2 febbraio 2018 che vedrà in scena un'artista originaria di Tesero, Daria Deflorian, con il suo "Reality". Mariusz Szczygiel (autore di uno dei più sorprendenti libri di storia degli ultimi anni, ‘Gottland’) scrive nel reportage che ci ha fatto scoprire questa storia “Nella routine quotidiana succede sempre qualcosa. Sbrighiamo un’ infinità di piccole incombenze senza aspettarci che lascino traccia nella nostra memoria, e ancor meno in quella degli altri. Le nostre azioni non vengono infatti svolte per restare nel ricordo, ma per necessità. Col tempo ogni fatica intrapresa in questo nostro quotidiano affaccendarsi viene consegnata all’ oblio. Janina Turek aveva scelto come oggetto delle sue osservazioni proprio ciò che è quotidiano, e che pertanto passa inosservato.

Altro grande spettacolo in programma per venerdì 23 febbraio 2018 con una straordinaria "Iliade". La fondazione Aida -Ippogrifo Produzioni- presenta "Iliade" da Omero di Alessandro Barrico. Alessandro Barrico non ha bisogno di presentazioni è un intellettuale a cui piace scrivere e raccontare nei teatri. Il suo modo di raccontare la storia o semplicemente di raccontare le sue storie avvincono per la freschezza del suo linguaggio e la sua spontanea simpatia ha il potere di rendere attuali i racconti semplificandone lo svolgimento. Questa "Iliade" ha questo taglio, cioè attualizzare il mito e gli attori sul palco hanno questo compito: cioè rendere la vicenda della guerra di Troia vicina al nostro tempo.

Martedì 6 marzo 2018 andrà in scena "Dracula". Sinistro e profondamente coinvolgente, osa affrontare il tema della paura e del mondo oscuro che alberga nel cuore di ognuno e non solo nel protagonista. Non bisogna leggere infatti il vampiro come un mostro, ma come una profonda metafora, come un lato nascosto dell’essere umano.

"Invisibili generazioni" conclude meravigliosamente la Stagione giovedì 22 marzo 2018. "Invisibili generazioni" è un progetto commissionato e co-prodotto dalla provincia autonoma di Trento. E' un progetto teatrale dedicato  ai problemi legati all' emigrazione giovanile. La famigerata fuga dei cervelli all'estero, cervelli buoni ma anche cervelli meno buoni, porta sicuramente alla domanda - abbiamo costruito una società che non corrisponde alle aspettative dei nostri giovani?-
Lo stato, la provincia, la famiglia, tutti questi strati di società hanno sicuramente delle responsabilità a riguardo: questo spettacolo prova a leggere tra questi strati. Il teatro ha la funzione principe di smuovere in maniera suadente le coscienze di ognuno di noi: questo è uno spettacolo che ha nelle sue corde queste aspettative.

Questo il cartellone proposto da Cavalese e Tesero. La campagna abbonamenti è al via:  prima prevendita, riservata a coloro che nella scorsa stagione hanno acquistato un qualsiasi tipo di abbonamento della stagione teatrale di Tesero e Cavalese: da lunedì 30 ottobre a venerdì 3 novembre 2017, presso gli sportelli delle Casse Rurali del Trentino. Prevendita per i nuovi abbonati: da lunedì 6 a venerdì 10 novembre 2017, presso gli sportelli delle Casse Rurali del Trentino. Prevendita biglietti: da lunedì 13 novembre 2017 presso gli sportelli delle Casse Rurali del Trentino.

Presentata altresì la stagione di danza, altro momento importante di arte e cultura, sempre organizzata in collaborazione con il centro culturale Santa Chiara, con 3 spettacoli importanti: lo Schiaccianoci il 13 gennaio, Grande Suite Classique Verdiana il 1 marzo e Carmen Bolero il 5 aprile.

Per finire in bellezza la serata, sabato sera, tra gli abbonati presenti, c'è stata un'estrazione, che ha premiato due fedeli del teatro con altrettanti abbonamenti  gratuiti.

Torna ai contenuti | Torna al menu