Gli alunni delle scuole elementari di Predazzo "puliscono il mondo" - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento

    
GLI ALUNNI DELLE ELEMENTARI DI PREDAZZO
“PULISCONO IL MONDO”



Tra le migliaia di volontari in azione nei giorni scorsi in tutt’Italia per raccogliere rifiuti abbandonati da strade, piazze e parchi c’erano anche i bambini e le bambine della scuola elementare di Predazzo. Su iniziativa e proposta dell’Amministrazione comunale, infatti, l’istituto scolastico ha aderito all’iniziativa di Legambiente “Puliamo il mondo”, che ha coinvolto centinaia di realtà in tutte le regioni d’Italia. Muniti di pettorina e cappellino gialli con gli slogan “Salviamo il mondo” e “Stiamo lavorando per noi”, guanti bianchi e sacchetti (kit acquistati dal Comune), gli alunni e gli insegnanti della scuola hanno trascorso la mattinata di venerdì a ripulire dai rifiuti le vie, le aree gioco e le passeggiate del paese da cartacce, involucri di plastica e, soprattutto, mozziconi di sigaretta. È stato proprio l’elevato numero di cicche gettate a terra a colpire in particolar modo i bambini: sarà forse la loro indignazione a far capire ai fumatori di gettarli negli appositi cestini. Ed è stato questo il messaggio che l’assessore Giuseppe Facchini, portando il saluto dell’Amministrazione comunale, ha voluto lasciare ai bambini nel piazzale della scuola: “Oggi siete voi i maestri: con la vostra partecipazione insegnate a noi adulti a tenere pulita quella che è la nostra casa, il mondo. Sono certo che, oltre a raccogliere, imparerete a non gettare”.



L’iniziativa è stata organizzata dall’Assessorato comunale all’Istruzione: “Abbiamo deciso di aderire alla proposta di Legambiente perché crediamo fortemente in questo tipo di progetti, che non hanno solo lo scopo di ripulire il paese, ma che hanno soprattutto una grande valenza educativa - spiega l’assessore Giovanni Aderenti -. I bambini, proprio come accade con la Giornata ecologica che da anni proponiamo a fine primavera con la partecipazione di studenti e associazioni del territorio, diventano attori protagonisti della comunità, contribuendo alla sua crescita e al contempo apprendendo quali sono i comportamenti da evitare e quelli da adottare. Importante sapere anche che tutt’Italia nello stesso momento si stava impegnando per lo stesso fine: ci ricorda che la salvezza del mondo è nelle mani di tutti e che ognuno di noi è chiamato fin da bambino a fare la sua parte”.

Torna ai contenuti | Torna al menu