Alla Rosa Bianca di Cavalese si studiano i piani della protezione civile - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento

Progetto formativo:
piani della protezione civile
In queste settimane, presso l’Istituto di Istruzione “La Rosa bianca – Weisse Rose” e nell’ambito dell’alternanza scuola/lavoro corso di Costruzioni, territorio e ambiente, è partita un’iniziativa di grandissima importanza.
L’iniziativa vede gli studenti del triennio fare un corso di formazione/preparazione, con il supporto della protezione civile e dei Vigili del Fuoco, per la gestione dei piani di sicurezza dei comuni della Val di Fiemme. L’obiettivo è quello di supportare i comuni del territorio nella gestione ed aggiornamento dei piani comunali di protezione civile.

Dopo un primo momento di formazione presso la scuola, gli studenti andranno presso i comuni dove svolgeranno operativamente tutte le azioni per aggiornare e integrare i diversi piani comunali di protezione civile.
Ci saranno anche dei momenti in cui gli studenti interessati si riuniranno presso la scuola per degli incontri di coordinamento dove potranno condividere i vari aspetti e problemi che devono affrontare.
Dal punto di vista didattico si offre l’occasione agli studenti di analizzare tutta una serie di problematiche legate al territorio (idrogeologia, gestione del territorio, gestione delle infrastrutture, costruzione e gestione di manufatti/edifici, rilievo topografico e fotografico anche con l'ausilio del drone, che gli studenti dovranno conoscere per affrontare le problematiche legate alla protezione civile. Poi avranno modo di affrontare tematiche prettamente specifiche quali: conoscere il piano di emergenza, la vulnerabilità sistemica, la vulnerabilità ambientale, le scorte e tutti i documenti dei piani di emergenza.

Quest’iniziativa rappresenta un vero punto di incontro tra scuola e territorio, dove gli studenti affiancheranno comuni della valle nella gestione di tutta una serie di problematiche legate alla protezione civile attraverso l’analisi e l’aggiornamento dei vari piani di emergenza, che ogni comune ha l’obbligo di predisporre.

Questa collaborazione consentirà da un lato di formare dei tecnici ma forse ancora più importante consentirà agli studenti di acquisire in modo diretto e consapevole una coscienza culturale e sociale sull’importanza della protezione civile.

Un’altra iniziativa molto significativa è il Progetto “Ri_Costruire con il legno nell’emergenza post/sisma – tecnologie e tecniche a confronto”. La filiera del Legno Trentina: dalla scuola all’impresa. Questo progetto viene portato avanti dagli studenti del ultimo anno del corso CAT.
E’ un progetto che vede la collaborazione di diversi Istituti trentini con la protezione civile trentina e che ha come obiettivo quello di progettare la ricostruzione utilizzando la tecnologia degli edifici in legno. Tecnologia che si dimostra particolarmente valida sia per la velocità di realizzazione che per le sue particolari caratteristiche di strutture antisismiche.
Quest’esperienza dopo una prima fase di formazione, vedrà gli studenti fare nelle prossime settimane un soggiorno di alcuni giorni nelle zone terremotate di Amatrice. Avranno così modo di vedere sul posto gli effetti che un terremoto causa sia sul territorio ma altrettanto importante sulle popolazioni che ci vivono.

Torna ai contenuti | Torna al menu