A breve un distretto dell'economia solidale anche in Fiemme e Fassa - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento

  

UN  DISTRETTO  DELL’ECONOMIA  SOLIDALE
IN  FIEMME  E  FASSA
Anche le Valli di Fiemme e Fassa avranno a breve il loro Distretto dell’Economia Solidale, un laboratorio di sperimentazione civica, economica e sociale, già attuato in altre zone del Trentino con buoni risultati.



Monica Gabrielli, addetto stampa della Comunità Territoriale della Valle di Fiemme, 26 settembre 2019:
“I Distretti dell’Economia Solidale” coinvolgono i partecipanti in una rete di sostegno reciproco volta a soddisfare il più possibile le proprie necessità di acquisto, vendita, scambio di beni, servizi e informazioni secondo principi ispirati ad un’economia locale, equa, solidale e sostenibile”, spiega Matteo Dallabona, referente tecnico del progetto, che ha ottenuto un finanziamento triennale di 150.000 euro nell’ambito di un bando promosso dalla Fondazione Caritro, dalla Provincia Autonoma di Trento unitamente al Consiglio per le Autonomie Locali e alla Fondazione Demarchi per sostenere progetti di welfare generativo programmati e realizzati con logiche di comunità.

Il progetto è gestito da una cabina di regia composta dalla Comunità Territoriale della Val di Fiemme, dal Comun General de Fascia e dalle cooperative Le Rais, Oltre, Terre Altre e Progetto 92.

“Nel concreto, si punta a potenziare le opportunità di inserimento lavorativo per persone che evidenziano fragilità di vario tipo, promuovendo l’impresa sociale e la cultura della solidarietà e della reciprocità. L’obiettivo è far sì che le cooperative che forniranno i servizi possano portare avanti attività sostenibili dal punto di vista economico - aggiunge il referente -. Per questo si è pensato a progetti innovativi, rispondenti a bisogni del territorio e delle sue imprese e capaci di essere sostenibili dal punto di vista economico”.

Tra le iniziative già operative, un laboratorio di produzione e vendita di uova gestito dalla cooperativa Terre Altre. La cooperativa Oltre, invece, avvierà una lavanderia negli spazi del Centro Servizi di Cavalese, puntando ad intercettare i bisogni di alberghi e aziende che attualmente appaltano fuori valle il lavaggio di biancheria e uniformi.

Progetto 92 cercherà, invece, di coinvolgere la fascia dei più giovani a rischio di esclusione sociale in un progetto di catering, in collaborazione con la scuola alberghiera. I professionisti della cooperativa Le Rais si occuperanno di monitorare e certificare le competenze acquisite dai partecipanti ai progetti, così da aiutarli nella stesura dei curriculum e nella ricerca di lavoro al termine del periodo di formazione.

Ciò a cui punta il progetto è la creazione di una rete capace di mettere in contatto pubblico e privato, profit e no profit, sviluppando una cultura incentrata sulla responsabilità sociale. Alcune imprese del territorio sono già partner del progetto: Pastificio Felicetti, Fiemme 3000, Famiglia Cooperativa Val di Fiemme, Cassa Rurale Val di Fiemme. Per ampliare la rete aderente al distretto, il 23 novembre verrà organizzato un evento di riflessione e confronto su queste tematiche, coinvolgendo le aziende delle valli di Fiemme e Fassa.

COMUNITÀ TERRITORIALE DELLA VAL DI FIEMME
Servizio Sociale Attività di Pianificazione e Promozione Sociale
Tel.: 0462 241391 Fax: 0462 241322 -   sociale@coomunitavaldifiemme.tn.it
addetto stampa: Monica Gabrielli - 340.8551994 - monicagabrielli@gmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu