Per il 25° l'Ensemble Canticum Novum di Moena presenta il nuovo CD - Fiemme e Fassa - aziende, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notizie > Approfondimento

L'Ensemble Canticum Novum di Moena
festeggia i 25 anni di attività
e presenta il nuovo CD “In Sacro Silenzio”
Lunedì 16 luglio 2018 Moena, Chiesa parrocchiale ore 21.oo

Quest'anno ricorre il venticinquesimo anniversario dell'Ensemble Canticum Novum di Moena, coro misto che raccoglie 37 coristi provenienti dalle valli di Fiemme e Fassa diretti dal maestro Ilario Defrancesco.

Per celebrare l'avvenimento è stato organizzato un concerto nella chiesa parrocchiale di Moena, lunedì 16
luglio alle ore 21.00, durante il quale verrà presentato il nuovo CD dal titolo “In Sacro silenzio”.

Dopo l’incisione di “Mosaico vocale” (2005), contenente brani etnico-folklorici, e “Seguendo la stella” (2009), dedicato al Natale, questo terzo CD propone il genere che più rappresenta l'Ensemble: la musica sacra.
Spesso tale musica viene considerata seria e impegnativa all’ascolto, oppure riservata a pochi, ma con questo lavoro la corale intende dimostrare quanto queste affermazioni siano lontane dalla verità proponendo un percorso in grado di trasportare l’ascoltatore attraverso sonorità che mutano da un brano all’altro, alternando momenti più meditativi ad altri più gioiosi, alcuni carichi di tensione ed altri da cui traspare serenità. È infatti interessante far notare come i diversi stili compositivi – partendo dagli autori rinascimentali fino a quelli contemporanei, ma anche spaziando tra culture differenti – riescano ad esprimere in musica preghiere e messaggi biblici con un’incisività tale che a volte risulta quasi commovente nella sua intensità.
Dall’unione delle molteplici sensazioni descritte nei brani nasce anche il titolo di quest’ultimo lavoro “In Sacro Silenzio”, che riassume ciò che ognuno ha provato almeno una volta nella propria vita: non un silenzio imposto, ma che nasce spontaneo quando si viene catturati dalla bellezza di ciò che ci circonda e che ci fa rimanere senza parole... come la musica.

Il CD, registrato nella Pieve di San Giovanni, luogo dotato di un’acustica veramente speciale e da cui traspare una grande spiritualità, presenta una sequenza di brani che ripercorre in parte la storia dell'Ensemble, ma è anche un viaggio nel tempo e, parallelamente, un percorso “multietnico”. Sono infatti presenti le preghiere più conosciute, come il Padre Nostro e l'Ave Maria, ma in versioni tratte dalla tradizione russa ortodossa, mentre le sonorità occidentali sono rappresentate da due inni liturgici e da brani di autori contemporanei su testi scritti da grandi santi del passato come S. Francesco d'Assisi e S.Teresa d'Avila. Alcuni intensi passi biblici ed evangelici lasciano trasparire le tradizioni musicali di Paesi diversi, quali l'Argentina o Cuba, senza dimenticare gli Spirituals. Per completare la raccolta, in cui figurano anche alcune composizioni ed elaborazioni del direttore dell'Ensemble, è stato inserito anche un brano orchestrale di Bach che ben si presta all'interpretazione vocale e due composizioni dal testo profondamente legato alla fede ed alla riflessione sull'esistenza.
Nel corso della serata verrà anche presentato il nuovo logo dell'Ensemble, creato dagli studenti della classe III del Liceo Artistico di Fassa, grazie alla collaborazione della Scuola Ladina e dei docenti dell'indirizzo di design.
Sarà quindi un compleanno dell'Ensemble Canticum Novum veramente ricco e che aprirà la serie dei concerti estivi nelle due Valli: il 20 luglio a Cavalese, il 24 a Pera di Fassa, il 6 agosto nuovamente a Moena ed il 9 a Predazzo.



ENSEMBLE CANTICUM NOVUM
Coro misto costituito a Moena (Tn) alla fine del 1993, è composto da 37 elementi provenienti dalle valli di Fiemme e Fassa. Fondato e diretto dal M° Ilario Defrancesco, nei venticinque anni di attività ha tenuto oltre trecento concerti nelle due valli e numerose uscite in ambito regionale, nazionale e internazionale (Svezia 2007, Olanda 2016, Germania 2018).
Tra l’altro ha preso parte al Requiem Op. 48 di G. Fauré, alla Missa Brevis Sancti Joannis de Deo di J. Haydn, ha eseguito il Requiem di J. Rutter, e nell’ambito del 41° Festival di Musica Sacra ha cantato la Messa in sol maggiore di F. Schubert assieme al coro ed orchestra di S. Cristina Valgardena. Ha collaborato alla registrazione di brani liturgici per la rivista “Musica e Assemblea” (Ed. Dehoniane, Bologna) ed ha inciso un CD di canti sacri per le Edizioni Carrara. Nel 2008 ha registrato dal vivo il CD Ciantie da devozion II, realizzato dall’Istituto Culturale Ladino in occasione del centenario della nascita del compositore moenese Luigi Canori. In ambito profano ha partecipato alle opere per soli, coro e orchestra Laurin, di Luigi Canori, e Conturina di Claudio Vadagnini, delle quali sono stati registrati CD dal vivo.
Negli anni l’Ensemble si è proposto di affiancare al repertorio concertistico sacro anche un programma di carattere etnico, andando alla scoperta di nuove sonorità tipiche dei canti tradizionali di altre culture, europee e non solo. In questa ricerca è stata significativa la collaborazione con il M° Sebastian Korn, docente e compositore di fama internazionale, sotto la cui direzione l’Ensemble, nel 2003, ha partecipato all’incisione live di un CD di canti natalizi. Recentemente ha anche approfondito alcuni aspetti della vocalità con la cantante Oda Hochscheid.
In più occasioni ha affiancato l’orchestra d’archi della Scuola di Musica “Il Pentagramma” di Fiemme e Fassa - composta quasi interamente da giovani allievi - per proporre concerti in cui il repertorio a cappella si alterna con composizioni che prevedono la presenza strumentale.
Ha inciso i CD “Mosaico Vocale” (2005) che crea un percorso tra canti etnico-folclorici di diverse culture e tradizioni, “Seguendo la stella” (2009) con canti natalizi e “In Sacro Silenzio” (2018).
La provenienza di una parte dei coristi, oltre al maestro, dal paese di Moena e da altri paesi della Valle di Fassa ha fatto sì che in tutti gli anni di attività siano stati e tuttora vengano presentati canti in lingua ladina, provenienti dalla tradizione o brani contemporanei con testi in ladino, scritti da autori quali padre Frumenzio Ghetta o Stefano Dell’Antonio, musicati per coro misto dal direttore Ilario Defrancesco.

Direttore: Ilario Defrancesco (tel. 3490074005)
Presidente: Domenico Ciresa (tel. 388 8439862)

ILARIO DEFRANCESCO
Nato a Moena (Tn) nel 1970, si è diplomato al Conservatorio “F. A. Bonporti” di Trento in Pianoforte con la prof.ssa Maddalena Giese, e in Musica corale e direzione di coro sotto la guida della prof.ssa Cecilia Vettorazzi. Nel 1993 ha fondato l’Ensemble Canticum Novum di Moena, coro polifonico misto che tuttora dirige.
Dal 1998 insegna Formazione musicale e Musica corale presso la Scuola di Musica “Il Pentagramma” delle valli di Fiemme e Fassa, con sede a Tesero (Tn).
Oltre ad aver partecipato ad un master in direzione orchestrale e corale con il M° Maurizio Dini Ciacci, nel campo della didattica musicale ha seguito numerosi corsi con i prof. Carlo Delfrati, Giovanni Piazza e, in particolare, ha collaborato con il M° Sebastian Korn. Condivide la metodologia del M° Nicola Conci sviluppandola in nuovi percorsi. In quest’ultimo periodo sta sperimentando anche lo stretto legame tra musica e movimento attraverso la Body Percussion.
Ha fatto parte della Commissione tecnico-artistica della Federazione Cori del Trentino ed è stato membro di giuria di alcuni concorsi di composizione corale.
Come compositore di musica vocale ha infatti ottenuto diversi riconoscimenti tra cui la segnalazione d’onore al IX Concorso Internazionale di Composizione ed Elaborazione Corale di Trento; la segnalazione al V Concorso di Composizione “Cantar Saba” di Trieste ed una menzione onorifica nella V edizione del “Premio a la Composición y Expresión Coral” di Las Palmas de Gran Canaria (Spagna). Nel 2013 ha inoltre conseguito il primo premio al Concorso Nazionale di Composizione Corale “EdizioniCorali.it”.
Suoi brani sono stati pubblicati in svariate raccolte curate dalla Federazione Cori del Trentino, dall’ASAC Veneto, dalle Edizioni Pizzicato - Verlag Helvetia, Carrara, Ut Orpheus e in un’edizione promossa dal Governo delle Isole Canarie. Nel 2006 ha pubblicato “PÌSOLA, RÌSOLA TIRAPECÉ” una raccolta di circa 50 canti con finalità didattica per voci bianche, su testi in ladino di Stefano Dell’Antonio (ed. Union di Ladins de Fascia). Ha inoltre ideato il progetto didattico “MEMORIZZA COL CANTO” volto a fornire nuovi canti per l’insegnamento veicolare della lingua ladina fassana, poi raccolti in una pubblicazione di carattere didattico ed adattati anche alle lingue minoritarie mochena e cimbra. La Federazione Nazionale Italiana Associazioni Regionali Corali (Feniarco) ha inoltre selezionato e pubblicato undici sue composizioni nei volumi “GIRO GIRO CANTO” 3, 4 e 6, “MELOS” 2 e 3, e “TEENC@NTA” 2. Recentemente la Federazione Cori del Trentino ha inserito undici suoi brani nelle raccolte “UN CORO IN OGNI SCUOLA” I e II, distribuite a tutte le scuole della provincia.
Come autore di musiche per spettacoli teatrali ha composto “I MONTI PALLIDI” (2010), “ISTADÈLA COMANDÈLA / IL VIAGGIO DEI GIOVANI AQUILONI” (2011) e “ELGES / OCCHI” (2012).
Il suo brano “Scoita l’ega ciantar” è stato eseguito nell’ambito di EuroChoir 2011 e scelto dal M° Gary Graden per l’Atelier Made in Italy di Europa Cantat XVIII (Festival di musica corale europeo) svoltosi a Torino nell’estate 2012. Negli ultimi anni le sue composizioni sono state eseguite da numerosi cori sia in ambito nazionale che internazionale.

Torna ai contenuti | Torna al menu