FF_cinema_18 - Fiemme e Fassa - utilità, eventi, cinema, notizie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cinema > calendario film
D O M E N I C A     1 8    S E T T E M B R E
indice

DC  LEGUE  OF
S U P E R    P E T S
DC League of Super-Pets, il film d'animazione diretto da Jared Stern e Sam Levine, ha per protagonisti gli animali domestici dotati di superpoteri della DC Comics. In particolare la storia ruota attorno a Krypto (Lillo), il super cane di Superman, con il quale condivide i poteri e la battaglia contro criminalità nella città d Metropolis. Quando Superman e tutta la Justice Lerague vengono rapiti, Krypto dovrà cercare aiuto per salvarli. È così che il che Superdog mette su una squadra improvvisata di animali domestici, che dovranno non solo salvaguardare Metropolis, ma soprattutto portare in salvo gli eroi rapiti. Nel team messo su da Krypto vi sono Asso il Bat-Segugio (Maccio Capatonda), il cane dell'Uomo Pipistrello, MP la paffuta maialina, Merton la tartaruga e Chip lo scoiattolo; ognuno di loro ha un potere che lo rende speciale.

  • Data di uscita: 01 settembre 2022
  • Genere: Animazione, Avventura, Azione, Family
  • Anno: 2022
  • Regia: Jared Stern, Sam Levine
  • Attori: Lillo, Maccio Capatonda, Dwayne Johnson, Kevin Hart, Keanu Reeves, John Krasinski, Natasha Lyonne, Diego Luna, Vanessa Bayer, Kate McKinnon
  • Paese: USA
  • Distribuzione: Warner Bros Itralia
  • Sceneggiatura: Jared Stern, John Whittington
  • Montaggio: David Egan, Jhoanne Reyes
  • Musiche: Steve Jablonsky
  • Produzione: Warner Animation Group, DC Entertainment, Seven Bucks Productions
Cinema Teatro Marmolada Canazei - ore 17.00

MINIONS 2
COME GRU DIVENTA CATTIVISSIMO
Minions 2, co-diretto da Kyle Balda e Brad Ableson, è il sequel del film d'animazione con protagonisti i buffi personaggi gialli di Cattivissmo Me. Il film approfondisce le origini di Felonius Gru (voce originale di Steve Carell, voce italiana di Max Giusti) e di come sia diventato cattivissimo, ambientando la storia nel cuore degli anni '70.
Il dodicenne Gru cresce nei sobborghi della città, nutrendo una grande passione per i Vicious 6, ovvero i Malefici 6, un gruppo di supercattivi. Il giovane aspira a diventare uno di loro, così quando uno dei leader del malefico gruppo viene licenziato, Gru si presenta ai colloqui per sostituirlo. Purtroppo, però, le selezioni non vanno come lui spera, i Malefici 6 lo reputano solo un bambino e inizialmente non rimangono affatto impressionati da lui. Ma deciso a diventare un vero supercattivo, Gru mette in atto un malvagio piano e ruba una pietra ai Malefici 6, che si mettono immediatamente sulle sue tracce per recuperare l'artefatto. Da aspirante membro del gruppo del male, il dodicenne diventa il loro nemico numero 1 e, nel tentativo di distrarre i suoi avversari con la fuga, affida a un Minion la pietra. Ma cosa succede quando lo sbadato Minion perde accidentalmente la tanto agognata pietra?

  • Data di uscita: 18 agosto 2022
  • Genere: Animazione, Family, Avventura
  • Anno: 2022
  • Regia: Kyle Balda, Brad Ableson
  • Attori: Steve Carell, Pierre Coffin, Max Giusti
  • Paese: USA
  • Durata: 90 min
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Sceneggiatura: Cinco Paul
  • Montaggio: Claire Dodgson
  • Produzione: Illumination Entertainment, Universal Pictures
Cinema Teatro Comunale di Tesero - ore 17.30 - INGRESSO €. 3,50

M E M O R Y
Memory, il film diretto da Martin Campbell, vede protagonista Alex Lewis (Liam Neeson), sicario ormai prossimo al ritiro, viene chiamato a svolgere un’ultima missione. Ma quando scopre che il bersaglio è una giovane ragazza, rifiuta di portare a termine l’incarico e si rivolta contro la malvagia organizzazione che l’ha assoldato. Il suo cammino di vendetta lo porta fino ai vertici del gruppo criminale, capeggiato dall’affascinante magnate immobiliare di El Paso Davana Sealman (Monica Bellucci) e dal figlio, che tengono in pugno le vite di molti ragazzi innocenti. Per salvare la pelle dovrà quindi dare loro la caccia e ucciderli prima che siano loro a farlo. Nel frattempo, è braccato anche dall'FBI, che nella persona dell’agente Vincent Serra (Guy Pearce) è già sulle sue tracce.

  • Data di uscita: 15 settembre 2022
  • Genere: Thriller, Azione
  • Anno: 2022
  • Regia: Martin Campbell
  • Attori: Liam Neeson, Monica Bellucci, Guy Pearce, Taj Atwal, Ray Stevenson, Ray Fearon, Harold Torres, Mia Sanchez, Daniel De Bourg, Natalie Anderson, Rebecca Calder, Scot Williams, Doug Rao, Lee Boardman, Atanas Srebrev
  • Paese: USA
  • Durata: 114 min
  • Distribuzione: BIM Distribuzione
  • Sceneggiatura: Dario Scardapane
  • Fotografia: David Tattersall
  • Montaggio: Jo Francis
  • Musiche: Photek
  • Produzione: Arthur Sarkissian Productions, Black Bear Pictures, Camera Hogs, Signature Pictures, Welle Entertainment
Cinema Teatro Comunale di Tesero - ore 21.15 - ingresso €. 3,50

M A L A C A N E
film girato interamente in Trentino
Un figlio scomparso senza mai esser ritrovato, un caso irrisolto, un padre che va alla sua ricerca dopo tanto tempo. L’ambientazione del nuovo film di Lucia Zanettin, “Malacarne”, prodotto dall’indipendente LiLLa Film è quella della Val Daone, Val di Fumo, in Trentino ma anche di Borgo Valbelluna, e parla di un territorio impervio, difficile, dove si muovono pochi personaggi che sembra si guardino sospettosi uno dell’altro. Una barista, a valle, il padre del ragazzo, così sconosciuto a quel territorio, una guida particolarmente acida, introversa, una malgara, Mirka, di stanza fissa in quota, a poco cammino dalle Buse di Malacarne, e il ragazzo stesso che rivive nei flashback. A parte quest’ultimo che è protagonista di una storia al passato, i quattro si incontrano e si confrontano bene o male che sia, nel tentativo di aiutare Giovanni, andato fin lassù alla ricerca del figlio, a sua volta alla ricerca di stimoli nuovi, forse una vita migliore, da capire. Le suggestive vette della montagna acuiscono i rapporti tra loro, li mettono a dura prova in qualche situazione, regalando bellezza delle immagini che però in questo specifico diventa anche spietata, dura da digerire. La montagna, quella che pare si sia si presa il ragazzo è considerata maledetta anche da chi ci abita attorno, ha una sinistra fama che non invita certo allo stare tranquilli. I personaggi si muovono come i dialoghi che si scambiano, in un clima di rarefazione estrema, che a sua volta imprime loro una schiettezza riservata, straniante. E’ mistero, ed è fascino, perché non si sa dove si va a parare, le circostanze non lo ammettono e non danno indizi. Il ricercare ossessivamente da parte del padre, Giovanni, suo figlio, fa affiorare diverse sfumature di personalità, che svelano a poco a poco, lentamente, gli stessi personaggi mostrando di loro la propria (giusta?) causa, il proprio essere ed essere lì, e non in un altro luogo. La Zanettin nel suo lavoro va a cogliere minuziosamente, scavando dentro i suoi protagonisti, ogni anfratto ancestrale che va a richiamare il sogno, a volte l’incubo, la poesia, il surreale e i suoi meandri. La ricerca di Giovanni è anche la ricerca degli altri, e può esser letta a mio modo di vedere come una ricerca terza simbolica e metafora dell’esistenza. Il film si racconta da sé, è un lento crescendo che apostrofa l’esistenza terrena e sfiora quella celeste, portando lo spettatore a più bivi: sto facendo la cosa giusta? Sto ascoltando la persona giusta? Non mi starò sbagliando? Sono interrogativi che paiono apparire sui volti di tutti, sicuri e insicuri, che raccontino verità nascoste o altro ancora. Fatto sta che la storia si evolve lentissima e scopre minimi aspetti a prima vista di routine che tali però non sono, e indicano un trivio dove bisogna saper riuscire a distinguere l‘apertura della via d’uscita. Bravi sono tutti gli attori, da Anna Zago che disegna una barista con bella umanità a Fabio Barone, il figlio scomparso, disincantato e sognatore a tal punto da far “impazzire” gli altri nel loro cercare, a Sofia Vigliar, la malgara Mirka, emblema femminile che richiama, diventa mito, ed è sola nel suo stare in vetta, ma direttrice di se stessa, come si conviene essere. La sua forte figura femminile è tratteggiata con spirito e istinto, con durezza di roccia montanara, appunto, vigile attenzione agli accadimenti. La guardia Albert, impersonato da Samuele Ferri, parla di se stesso come di una persona spigolosa e un po’ insicura che in qualche modo attrae, nella quale l’attore veneziano mette un’ottima dose di cinismo e solidità d’animo, con una recitazione secca, ruvida, quasi rassegnata, che sbarra le porte dell’io, non concedendo nulla di sé, ed è un’intelligente, bella prova d’attore. Come lo è quella di Piergiorgio Piccoli, che suscita tenerezza con quella sua maschera tragica, quel viso buono che parla di sé in semplicità, alla ricerca di un figlio sprovveduto, avventuriero senza averne i mezzi. O ammaliato, chissà. Piccoli declina stati d’animo a profusione, e concede la sua esperienza nel ruolo assegnatogli. Detto degli interpreti, la regia di Lucia Zanettin è certamente in crescita rispetto allo scorso lavoro, le riprese sono d’effetto, consolidate e vincenti, regalano paesaggi e stati emotivi di alti livelli. L’avventura nel cinema di questa interessante casa di produzione indipendente di Davide Casadio a piccoli passi punta sicuramente ad ampliare il suo cammino, credendo in quello che si sta facendo e rimanendo coi piedi per terra, pronti alla prossima avventura. Il film è sostenuto dal Centro di Cinematografia e Cineteca del Centro Alpino Italiano, CAI.

  • MALACARNE di Lucia Zanettin
  • italia 1992
  • drammatico
  • con Piergiorgio Piccoli, Anna Zago, Samuele Ferri, Sofia Vigliar, Fabio Barone
  • Italia 2021
  • Produzione LiLLa Film di Davide Casadio
Cinema Teatro Marmolada Canazei - ore 21.15
© copyright - Roberto Polo - all rights reserved
Torna ai contenuti | Torna al menu